Webinar / Profilassi

Evoluzione dei protocolli operativi della terapia parodontale non chirurgica: quali livelli di attenzione?

L’efficacia della terapia parodontale non chirurgica è data dall’opportuno utilizzo di protocolli operativi efficaci e minimamente invasivi che siano supportati da evolute tecnologie che permettano una operatività ergonomica per il paziente e per l’operatore.

[return_event_landing_link_webinar]

Home » Eventi » Evoluzione dei protocolli operativi della terapia parodontale non chirurgica: quali livelli di attenzione?

Data:

29 Gennaio, 2021 11:00

Piattaforma:

Education

Relatori:

  • Prof. Aggr. Gianna Maria Nardi
Scopri di più

L’efficacia della terapia parodontale non chirurgica è data dall’opportuno utilizzo di protocolli operativi efficaci e minimamente invasivi che siano supportati da evolute tecnologie che permettano una operatività ergonomica per il paziente e per l’operatore.

La parodontite è una malattia complessa che coinvolge interazioni tra batteri patogeni, risposta immunitaria del paziente e fattori di rischio ambientali e genetici. Il trattamento della parodontite richiede una diagnosi adeguata per identificare l’eziologia e anche per modificare i fattori di rischio del singolo paziente, seguita dal controllo dell’infezione parodontale e dall’eventuale chirurgia parodontale quando indicato.

Nell’odontoiatria moderna, quando la terapia implantare si fonde con approcci convenzionali, è fondamentale e talvolta difficile per il dentista prendere una decisione definitiva sull’approccio terapeutico. Spesso, quando si ha davanti una dentizione compromessa, “conservare o estrarre” diventa la questione principale da prendere in considerazione. Tuttavia, bisogna sempre ricordare che l’impianto dentale funge da protesi integrativa e non sostituisce la nostra preziosa dentizione naturale. Quando si trattano pazienti parodontali, la semplice estrazione dei denti a volte non risolve il nocciolo del problema ed è rischioso giudicare sulla base della prima impressione senza una valutazione completa.

Questo caso clinico ha evidenziato un trattamento efficace per il paziente affetto da grave malattia parodontale. I parametri clinici sono cambiati radicalmente dopo il controllo dell’infiammazione e dell’infezione e l’esito finale ha dimostrato che la prognosi per i denti può essere modificata con un adeguato trattamento. Insieme ad un paziente altamente motivato e collaborativo è stato consolidato un ambiente orale mantenibile. Una terapia parodontale di supporto è regolarmente portata avanti per ottenere la longevità e la stabilità del parodonto sano.

  • Prof. Aggr. Gianna Maria Nardi
  • Prof.ssa Gianna Maria Nardi
  • Ricercatore Universitario Confermato Università Sapienza di Roma
  • Dottore in Igiene Dentale e Laurea Magistrale in Scienze delle Professioni Tecnico Sanitarie Assistenziali
  • Docente al Corso di Laurea in Igiene Dentale Università di Roma Sapienza , polo A, B e C Università Vita-Salute San Raffaele Milano e Modena Reggio Emilia
  • Docente Laurea Magistrale Professioni Tecnico Sanitarie Assistenziali Sapienza di Roma
  • Direttore Didattico Corso di Laurea in Igiene Dentale Sapienza di Roma polo B
  • Direttore al Master di I livello della Sapienza di Roma  “Tecnologie Avanzate nelle Scienze di Igiene Orale”
  • Componente della Commissione del Ministero della Salute  su “Linee guida di Prevenzione delle malattie del cavo orale nel Paziente Adulto.
  • Fondatrice e Past President  dell’Associazione Igienisti Dentali Italiani (AIDI) e Past  Director Italia nella International Federation Dental Higienist (IFDH)
  • Socia onoraria Unione Igienisti Dentali Italiani (UNID)
  • Presidente Società di Italiana di Scienze di Igiene Orale (SISIO)
  • Vice Presidente Accademia di Prevenzione Odontostomatologica “Il Chirone”
  • Autore e relatore in campo nazionale e internazionale
  • Ha realizzato testi didattici e audio video e ha curato la II edizione italiana “La Pratica Clinica del Igienista Dentale” di E.Wilkins
  • Iscritta all’Ordine dei Giornalisti
  • Responsabile scientifico di diverse riviste scientifiche del settore odontoiatrico
  • Premio “Fedeltà alla Professione” Associazione Amici di Brugg.
  • Premio alla carriera Dental GO
  • Premio miglior caso clinico Iodosan
  • Premio migliore tesi  J&J